L’amore è un temibile virus

Romance - Erotic

L’amore è un temibile virus

Care amiche,

il Grande Inverno è alle porte; occorre premunirsi. Non solo a base di un concentrato di vitamine, ma pure attraverso una vita salubre e attenta all’attività amorosa.

L’amore, com’è ben noto, è un temibile virus, contro il quale non possiamo vaccinarci. Semplicemente, bisogna scandagliare il carattere del partner, indagare sugli amici che mostra, se li mostra, su Facebook, magari fare qualche ricerca sui luoghi frequentati, sui libri letti, sempre, prima di andarci a letto. E non conta l’età.

You have nothing to loose; when you have nothing left!

Eric

C’è chi vede il trascorrere degli anni come l’andare incontro a un inesorabile e triste declino, chi invece non si dà per vinta, non accetta i tabù sulla vecchiaia e lo interpreta come un rinnovamento continuo. Senza troppi cosmetici, e bevendo acqua fresca, sembra toccare con mano le fonti della propria giovinezza custodite nel profondo dell’essere. Così, a 50 anni (ma non oltre gli 80) è possibile ancora scagliare i dardi dell’innamoramento. A 80 no perché si suppone che a una certa fase della vita, gli interessi siano altri e ci si può dedicare finalmente, con la pensioncina a seguito, a viaggi, escursioni in montagna e, nel caso, alla composizione poetica.

“Ho lasciato perdere le donne già da 9 anni” mi disse candidamente mio nonno (fate voi il conto) quando chiesi lui come mai non lanciasse un occhio a quella gran bella gnocca della salumiera che invece a me mi faceva ammattire…

La vita cambia, non si ferma. Non ci sono soluzioni di continuità. Ma procede a fasi, non ascendenti, come anelli di una collana che si intrecciano. Non c’è perdita di potenzialità. La vita riserva sempre nuove opportunità, ed è capitato di consigliare una mia amica che aveva disteso sul tappeto (non pensate a male…) ben sei – e dico sei! – opzioni lavorative. “Scegli quella più compatibile con le tue aspettative” ho innocentemente detto, “senza troppe pippe mentali”.

Se poi riusciamo anche a coniugare esperienze di vita con la capacità di sorridere, cercando ogni mattina il sapore di cose nuove, nonostante le rughe, presentandoci all’appuntamento con lo specchio armate di blush e rossetto, davvero “niente e nessuno può fermarci!”.

Sì, il femminile è proprio una straordinaria forza della natura che va assaporata, onorata e mai sprecata.

“Improvvisamente, arrivata a 50 anni, ti accorgi che si apre davanti a te una nuova giovinezza” (Agata Christie).

E tu, lettrice, apri il link qui sotto…

https://www.pluriversumedizioni.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *