Roberta è una persona come tante che vive il quotidiano tra lavoro, famiglia e amici; ma entriamo subito nel vivo delle questione: il suo primo libro!

Cosa ha ispirato il tuo racconto?
Un sogno di una notte d’estate che è rimasto impresso anche dopo il risveglio e dal quale ho deciso di prendere spunto per scrivere questa storia d’amore.

Perché il titolo “Non smettere di sognare?”
Perché credo fermamente che concedersi un seppur piccolo spazio al sogno nella vita frenetica di tutti i giorni sia importantissimo…

Perché hai deciso di ambientarlo in America?
È una terra di migranti e ho pensato al Texas perché amo i cavalli e i nativi indiani quindi mi è sembrato il luogo più indicato per il racconto che avevo in mente.

Come sei riuscita a conciliare la stesura del racconto con tutti gli impegni?
Nonostante il lavoro e gli impegni di famiglia ogni volta che la mente mi riportava al racconto cercavo di prendere appunti, anche una parola o un’immagine, su qualsiasi foglio mi capitasse sotto mano, oppure sul piccolo registratore che porto sempre con me. La sera poi raccoglievo le idee dando vita ai personaggi e alla costruzione della storia.

Quanto tempo ti è servito per concludere il romanzo?
La stesura del testo è durata circa 7 mesi, letta e riletta, riveduta e corretta finché ho deciso che poteva essere pronta per proporla a un editore e mi sono buttata nonostante i mille dubbi che mi coglievano… Il mio primo romanzo… Sarebbe piaciuto?

Puoi anticiparci qualcosa del libro?
È una storia d’amore, quell’amore puro e incontaminato che nasce nell’adolescenza quando ancora la vita deve metterti alla prova! Si parla di due ragazzini che crescendo abbandonano i giochi e scoprono i sentimenti, alternando momenti magnifici a momenti di sconforto, sappiamo come funziona l’adolescenza, ci s’innamora spesso e si vive tutto molto in fretta e amplificato, ciò nonostante il loro amore dura nel tempo.

Cosa si prova a vedere pubblicato il proprio scritto?
Sicuramente è una grande soddisfazione e poi ora sto vivendo una nuova avventura, un nuovo percorso ricco di emozioni come non avrei mai immaginato. Prima la presentazione del 9 aprile alla Sala Agnelli della Biblioteca Ariostea, poi il BUK Festival di Modena dove è stato presentato come ultima pubblicazione della casa editrice Pluriversum e infine la partecipazione alla trasmissione in diretta PIAZZA GRANDE su ONE TV EMILIA di Modena. Tutto si è svolto in una settimana e tanto in fretta che quasi ancora non mi sembra vero.

Perché il titolo “Non smettere di sognare?”
Perché credo fermamente che concedersi un seppur piccolo spazio al sogno nella vita frenetica di tutti i giorni sia importantissimo…

Ci sarà un nuovo libro prossimamente?
Per ora il mio impegno più importante è pubblicizzare questo romanzo, poi chissà, magari nel frattempo un nuovo sogno, una nuova fantasia potrebbe dar vita a un nuovo racconto.

A CURA DI ROSSELLA DANIELA MALAGUTTI

__________

LINK DEL PRODOTTO

Non smettere di sognare

______

Roberta è una donna solare, sempre pronta al sorriso, ma anche determinata e dal carattere forte.

Il suo libro ci riporta indietro nel tempo, ai primi amori, alle vacanze e ai sogni dell’adolescenza, un passato che non dovremmo mai abbandonare del tutto.

La lettura è scorrevole e ti tiene col fiato sospeso… fino all’epilogo…

Share: